FOSSANO

LA CITTÀ DEGLI ACAJA

Fossano si rivela immediatamente per il maestoso Castello dei Principi d'Acaja. La città, fondata nel 1236, vanta un centro storico di prim'ordine, con angoli, vicoli e chiese che riportano alle atmosfere medievali e barocche. La rete di percorsi ciclo-escursionistici lungo il fiume Stura collega il borgo a punti di interesse di carattere naturalistico e culturale, come la panchina gigante di Chris Bangle e il santuario mariano di Cussanio.

Scopri

di più

Fossano si rivela immediatamente per il suo maestoso Castello. Costruito nella prima metà del Trecento a simboleggiare la signoria imposta al libero Comune, il Castello degli Acaja si trasforma presto da austera dimora fortificata in ben più elegante palazzo residenziale del casato Savoia. Oggi vi ha sede la biblioteca cittadina, con oltre 150.000 volumi ed un fondo storico di circa 10.000 testi, oltre all’Ufficio Turistico, punto di partenza delle visite guidate al maniero.


La città, fondata nel 1236, vanta un centro storico di prim'ordine, con angoli, vicoli e chiese che riportano alle atmosfere medievali e barocche. A costituire collegamento diretto fra la fortezza sabauda e il nucleo del Borgo Vecchio è la cattedrale di Santa Maria e San Giovenale. Affacciata sulla porticata via Roma, a mezza via tra il barocco e il neoclassico, risale al XVIII secolo e si deve al progetto dell'architetto Quarini. Di Francesco Gallo è invece l'imponente struttura, settecentesca anch’essa, composta dall'ospedale e dalla chiesa della Santissima Trinità, detta dei Battuti Rossi, uno dei più suggestivi esempi di barocco piemontese del territorio.


Al margine dell'altopiano su cui sorge la città, il bastione fortificato e le mura testimoniano la vastità della cerchia difensiva di un tempo. Il centro storico è costeggiato da viale Mellano, un’incantevole passeggiata affacciata sulla valle del fiume Stura. Proprio lungo il corso d’acqua si sviluppa una rete di percorsi ciclo-escursionistici che collegano Fossano a punti di interesse naturalistico e culturale. All’Oasi dell’Anima si può ammirare la colorata Big Bench” di Chris Bangle, mentre a tre chilometri dal cuore della città sorge il santuario mariano di Cussanio.


Conosciuta per la carne di qualità, l'arte dolciaria e l'importante tradizione agricola, a giugno la città ospita la Giostra de l'Oca - Palio dei Borghi, rievocazione storica che ricorda la festa organizzata nel 1585 in onore del duca Carlo Emanuele I di Savoia, di ritorno dalla Spagna con la sua sposa, Caterina d'Asburgo. Una manifestazione che coinvolge centinaia di fossanesi in costume rinascimentale e richiama ogni anno un folto pubblico.

FOSSANO, LA CITTÀ DEGLI ACAJA

it_IT

Cosa

fare

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Esperienze

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Dove

dormire

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato