MUSEO CIVICO E GIPSOTECA CALANDRA - SAVIGLIANO

L’antico complesso conventuale di San Francesco, a Savigliano, ospita attualmente due allestimenti museali di alto livello che custodiscono alcune delle memorie e delle opere d’arte più insigni della città: si tratta del Museo Civico, dedicato al suo storico curatore Antonino Olmo, e della Gipsoteca Davide Calandra.

Orari

Venerdì e sabato dalle ore 15 alle 18,30, domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18,30.

Prima di partire verifica l'apertura contattando i riferimenti indicati.
MUSEO CIVICO E GIPSOTECA CALANDRA
Via S. Francesco, 17
Savigliano

Tel.:

+39 0172 712 982


Email: museocivico.gipsoteca@comune.savigliano.cn.it
Sito web

Scopri

di più

L’antico complesso conventuale di San Francesco è un fabbricato quadrilatero d’impianto secentesco, disposto su due piani, che si trova nel cuore di Savigliano; dal 1970 esso accoglie il Museo Civico Antonino Olmo, un’eterogenea raccolta di reperti documentari e di opere d’arte in gran parte acquisita e consolidata grazie alle donazioni di famiglie nobili e di saviglianesi illustri.
Alcune sale del museo sono visitabili al piano terreno e vi si accede dal bel chiostro: notevole è quella che illustra la storia dell'evoluzione urbana di Savigliano, dai primi ritrovamenti archeologici alle trasformazioni odierne.

Salendo al piano superiore il grande allestimento è ripartito negli ampi corridoi e nelle celle del convento. Il primo spazio è destinato alla donazione Pensa-Frutteri, famiglia di doviziosi banchieri e mercanti che nel XVI secolo collezionarono opere rare e pregiate. Le maniche ovest e nord, invece, ospitano reperti tra il XVI ed il XVIII secolo e mostrano, in modo particolare, la ”scuola saviglianese”, con meravigliosi dipinti di Molineri, Claret e Carello. In un altro settore sono presentate pitture e  sculture otto/novecentesche, donate dal collezionista Attilio Bonino, mentre l'ultimo corridoio è invece destinato alle opere d’arte contemporanea. Infine, una serie di salette tematiche è dedicata ai cimeli e ai reperti documentari dei saviglianesi che hanno dato lustro alla città.

La visita continua nell’attigua chiesa conventuale, ora sconsacrata, dove è possibile accedere al moderno e suggestivo allestimento della Gipsoteca, interamente dedicata allo scultore torinese Davide Calandra. Il percorso, inaugurato nel 2002, segue un ordine tematico che individua i principali soggetti sviluppati dall'artista: più di cento opere sono presentate, tra sculture, calchi, bozzetti, modelli in gesso e terracotta. L’opera che più di tutte attrae l’attenzione è il monumentale calco del fregio per l’aula parlamentare di Montecitorio in Roma, lungo circa 13 metri e alto più di 3, realizzato dallo scultore tra il 1908 ed il 1913.

LASCIATI CONQUISTARE DA SAVIGLIANO

it_IT

Cosa

fare

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Esperienze

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Dove

dormire

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato