VALLE VARAITA

UN’AVVENTURA LUNGA 60 CHILOMETRI

La Valle Varaita corre placida per una sessantina di chilometri fino al Colle dell’Agnello, secondo valico automobilistico più alto d’Italia e terzo d’Europa. Ampia, ombreggiata e rigogliosa, ricca di spunti naturalistici, tesori architettonici, antiche tradizioni e gustose specialità gastronomiche, custodisce ancora oggi i segreti della lavorazione del legno.

Scopri

di più

L’aroma dolciastro dei frutteti di bassa valle, il fresco respiro del Bosco dell’Alevé, le intriganti meridiane di Bellino. O ancora le avvolgenti architetture di Sampeyre e Casteldelfino, gli interminabili tornanti che si arrampicano al Colle dell’Agnello, protagonista di tante tappe del Giro d'Italia e del Tour de France. Sessanta chilometri di storie, sapori e paesaggi fanno della Valle Varaita un lungo polmone verde che sa guardare al futuro con gli occhi del presente e del passato. 


Tra i giochi di luci e ombre che si rincorrono da un versante all’altro, si sviluppa il Valle Varaita Trekking, percorso a tappe di dodici giorni che si immerge nell’anima più autentica del territorio. Da Verzuolo a Becetto di Sampeyre, con il suo Santuario dall’inusuale Madonna Nera; dal cuore selvaggio dell’Alevé, tra le cembrete più estese d’Europa, a Chianale, inserito tra i Borghi più Belli d’Italia; dalle silenziose borgate di Bellino all’ottocentesco Santuario di Valmala. Angoli inaspettati che profumano di arte e di tradizione, per un ambiente montano che era parte attiva della lungimirante Repubblica degli Escartons (con il cantone di Casteldelfino) e che custodisce ancora oggi una delle più antiche e importanti feste occitane dell’intero arco alpino italiano, la Baìo di Sampeyre.


In Valle Varaita le vibrazioni emotive maggiori si raggiungono forse nella pratica escursionistica, grazie a un’offerta eterogenea che si distende dalla bassa valle fino ai 2.748 metri di quota del Colle dell’Agnello. Un amalgama paesaggistico che dal Giro del Monviso, il cui sguardo severo incombe su Pontechianale, arriva alla facile traversata Pontechianale-Chianale sotto il fresco abbraccio dei lariceti, senza disdegnare l’ascesa al meraviglioso lago Bleu e le carezze panoramiche di Bellino che sfumano nel selvaggio Vallone di Traversagn. 


Incastonato nel cuore della media valle, il Sentiero dei Sarvanot a Rore di Sampeyre consente invece un’affascinante immersione alla scoperta del bosco e dei suoi magici abitanti, prefigurandosi come uno dei sentieri più caratteristici della vallata dove fiaba e natura si compenetrano senza soluzione di continuità. 


Muoversi in Valle Varaita vuole anche dire respirare appieno il profumo del legno da poco lavorato. La tipica produzione artigianale della zona raggiunge il suo apice tra Brossasco e Piasco, celebre non a caso per la fabbricazione di arpe e sede di un museo dedicato. Impossibile non lasciarsi trasportare dalle eccellenze enogastronomiche locali, come le Ravioles, gnocchi di patate e formaggio conditi con burro fuso, i Tomini di Melle e i Crosetins preparati con la farina di segale.
 

ALPI DI CUNEO: LA VOSTRA VACANZA PERFETTA. VALLE VARAITA

it_IT

Cosa

fare

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Esperienze

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Dove

dormire

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato