MUSEO DELLA CERAMICA - MONDOVÌ

Palazzo Fauzone di Germagnano, uno dei più antichi edifici della città, ospita il Museo della Ceramica “Vecchia Mondovì”, un luogo in cui riscoprire la grande tradizione artigiana monregalese e ammirare alcune delle produzioni più emblematiche. Oltre all’esposizione, sale multimediali e mostre temporanee di grande valore artistico. 

Orari

Dal 01/01 al 14/06 e dal 16/09 al 31/12 venerdì, sabato dalle ore 15 alle 18; domenica e festivi dalle ore 10 alle 18. Dal 15/06 al 15/09 venerdì e sabato dalle ore 15 alle 19; domenica e festivi dalle ore 10 alle 19. Altri giorni su prenotazione per gruppi. 

Prima di partire verifica l'apertura contattando i riferimenti indicati.
MUSEO DELLA CERAMICA
Piazza Maggiore, 1
Mondovì

Tel.:

+39 0174 330 358


Email: iatmondovi@visitcuneese.it info@museoceramicamondovi.it
Sito web

Scopri

di più

Palazzo Fauzone di Germagnano, uno dei più antichi edifici della città, si affaccia sulla meravigliosa piazza Maggiore di Mondovì. La signorile dimora di impianto duecentesco presenta ambienti di datazione più tarda, sei-settecenteschi, non meno affascinanti e di pregio.
Le sue sale ospitano il Museo della Ceramica “Vecchia Mondovì”, un luogo in cui riscoprire la grande tradizione artigiana della città e ammirare alcune delle produzioni più emblematiche. Gli allestimenti offrono un approccio multimediale e innovativo alla scoperta di questa antica attività, ripercorsa in tutte le fasi della lavorazione.


L’epopea dell’industria monregalese viene raccontata attraverso la storia delle aziende del settore e le vicende umane di lavoratori e imprenditori che hanno portato alla gloria la ceramica locale. Sono presenti i pezzi più significativi ed importanti, come l’immancabile decorazione con il gallo che, da metà Ottocento, marchia la produzione del territorio. È persino possibile scoprire, in maniera interattiva, come diverse culture concepiscono il mondo della ceramica attraverso eleganti tavole apparecchiate “virtualmente”. Il museo è anche il fulcro culturale cittadino, ospitando ciclicamente mostre temporanee di grande valore, con artisti del calibro di Kandinskij o Manet.


L’unità produttiva viene utilizzata da artisti e artigiani per la realizzazione di opere grazie ad apparecchiature tradizionali e all’avanguardia, come la nuovissima stampante 3D. Numerose attività didattiche sono dedicate ai bambini e scolaresche per avvicinare anche le nuove generazioni a questa affascinante tecnica.


A volere fortemente la costituzione del museo fu il monregalese Marco Levi, ultimo ebreo della plurisecolare comunità israelitica di Mondovì, proprietario della storica Ceramica Besio. Figura di riferimento nota, colta e generosa, donò un cospicuo nucleo di reperti appartenuto alla sua collezione privata. 

VIAGGIO NEL TEMPO A MONDOVÌ

it_IT

Cosa

fare

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Esperienze

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Dove

dormire

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato

it_IT

Nessun risultato trovato

Nessun risultato trovato